L’Euritmia, o l’espressione del giusto ritmo, è un’arte nuova fondata da Rudolf Steiner agli inizi del Novecento. Essa mira a ricondurre il ritmo dell’uomo ad una nuova armonia con il ritmo della natura e del cosmo. Attraverso questa arte del movimento, infatti, il movimento da istintivo si trasforma in movimento cosciente svelando le leggi superiori che ne sono alla base: essa è dunque capace di svelare all’uomo le sua relazione con la realtà esterna e nello stesso tempo di fornirgli una maggiore conoscenza della sua stessa natura interiore. Proprio per questa sua caratteristica Steiner la considerava come un’arte essenzialmente del nostro tempo, poiché una delle caratteristiche dell’epoca presente è l’esigenza di rapportarsi alla conoscenza del mondo e di se stessi in modo cosciente e di sperimentare anche l’arte in questo modo.